Condominio Minimo

La disciplina dettata dal codice civile per il condominio di edifici trova applicazione anche in caso di condominio minimo, cioè composto da due soli partecipanti, tanto con riguardo alle disposizioni che regolamentano la sua organizzazione interna, non rappresentando un ostacolo l’impossibilità di applicare, in tema di funzionamento dell’assemblea, il principio maggioritario – quanto – a fortiori, con riferimento alle norme che regolamentano le situazioni soggettive dei partecipanti, tra cui quella che disciplina il diritto al rimborso delle spese fatte per la conservazione delle cose comuni.

In caso contrario, poiché la maggioranza non può formarsi in concreto diventa necessario ricorrere all’autorità giudiziaria, e ciò sia nel caso in cui all’assemblea pur essendo presenti ambedue i condomini si decida in modo contrastante, sia quando, a maggior ragione, come nel caso di specie, alla riunione, benchè regolarmente convocata si presenti uno solo dei partecipanti e l’altro resti assente. Per sbloccare tale situazione di stallo non resta dunque che il ricorso all’autorità giudiziaria ai sensi dell’art. 1105 c.c.

Cassazione Civile Sentenza n. 5329/2017

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>