Successioni

La successione si apre al momento della morte, nel luogo dell’ultimo domicilio del defunto. esistono due tipi di successione:

  • SUCCESSIONE TESTAMENTARIA:  il testamento è un atto di autonomia privata che consente ad una persona fisica di disporre dei propri beni per il tempo in cui avrà cessato di vivere, e cioè il potere di scegliere i suoi successori. Il testamento, inoltre, può comprendere anche disposizioni di natura non patrimoniale, la cui efficacia non viene meno anche in assenza di disposizioni patrimoniali.Tuttavia una parte dei beni del defunto è considerata INDISPONIBILE e pertanto va divisa tra i legittimari che possono far valere il loro diritto di riserva contro la volontà testamentaria del defunto, chiedendo la riduzione delle disposizioni testamentarie fino ad ottenere una quota di eredità pari al valore della loro riserva. Nel caso in cui la riduzione delle disposizioni testamentarie non sia sufficiente a integrare tale valore, i legittimari possono chiedere anche la riduzione delle donazioni fatte dal defunto.
  • SUCCESSIONE LEGITTIMA: qualora non vi sia un testamento la legge riconosce il diritto a succedere al defunto nei suoi rapporti attivi e passivi al coniuge ai figli e ai parenti fino al VI grado, infine se non ci sono parenti succede lo Stato. È la legge che determina i criteri (comprese le rispettive quote) ed i soggetti ai quali tali beni devono essere assegnati.

Lo studio Legale offre assistenza sulle questioni inerenti le successioni patrimoniali ed le disposizioni dettate dal codice civile riguardo alla chiamata degli eredi, delle quote ereditarie loro spettanti, dell’accettazione o della rinuncia.