Affido condiviso: la litigiosità non è un ostacolo

Sentenza 3 dicembre 2012 n. 21591

Il rapporto conflittuale tra i genitori non ostacola l’affidamento condiviso dei figli, anzi: in casi del genere, anche quando, cioè, la litigiosità scaturisce proprio dalla gestione dei figli, è opportuno disporre l’affidamento della prole a entrambi per responsabilizzare madre e padre e cercare di recuperare un rapporto genitoriale equilibrato. Nel caso di specie, v’era anche, da parte dei figli, il netto rifiuto nei confronti del padre.

l’affidamento condiviso è «idoneo a riequilibrare la condivisione del ruolo genitoriale in favore dell’interesse dei figli minori» e funzionale ad «assicurare, per quanto possibile, il pieno esplicarsi del ruolo genitoriale di entrambi i coniugi», anche tenendo presente il «rapporto difficile del padre con i figli».