Mantenimento figli – i regali non fanno venire meno l’obbligo penale di mantenimento

La Suprema Corte ha statuito con la sentenza n. 23017 del 2014, che i regali fatti da uno dei genitori alla figlia minorenne non possono sostituire l’obbligo di mantenimento previsto sia dal codice civile che in particolare, per ciò che qui interessa, dal codice penale.
L’obbligo di assicurare i mezzi di sussistenza ex art. 570 c.p. si concretizza “con la messa a disposizione - continuativa, regolare e certa, che non lasci pause o inadeguatezze – dei mezzi economici in favore del genitore affidatario, responsabile immediato di una ‘gestione’ ordinata delle quotidiane esigenze di ‘sussistenza’ del minore; o, quantomeno, con la contribuzione autonoma ma in accordo, nei suoi contenuti, con il genitore affidatario“.
Pertanto le spese superflue o non indispensabili, nonostante siano a favore del minore, non sono idonee al coordinamento delle esigenze primarie del bambino e ad adempiere l’obbligo di mantenimento, che invece consistono in un vitto adeguato, un alloggio confortevole, nella scuola e nella sanità.