Piantina di Cannabis

La Corte di Cassazione con  la  sentenza numero 2618/2016 ha stabilito che la coltivazione di piante dalle quali è possibile estrarre tali sostanze è punibile solo se la pianta ha una capacità drogante effettiva e attuale.

Il divieto di cui alla norma penale, infatti, mira a tutelare la salute pubblica, che non può essere messa a repentaglio se non vi è capacità drogante e non vi è quindi il rischio di creare occasioni di spaccio.

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>